Un naufragio italiano

Mi sto convincendo che il guaio italiano sia la superficialità. Nel caso specifico, non credo che riguardi soltanto il comandante della nave da crociera naufragata all’Isola del Giglio.

La vedo dappertutto, dagli ambienti di lavoro agli uffici pubblici, dai negozi al modo di guidare l’auto per strada: presunzione, approssimazione e scarsa attenzione. Ovunque continuiamo a sfornare risultati grossolani; appena una cosa sembra andare bene, passiamo oltre, pensiamo ai fatti nostri. I particolari sono lasciati alla libera interpretazione.

Ho visitato una bella mostra sull’Unità d’Italia, al Palazzo reale di Napoli, pochi giorni fa. Ero contento, mi sembrava tutto a posto, tutto ben fatto e ben curato, finché non ho notato un gruppetto di turisti stranieri che si lamentavano perché non c’era nemmeno una didascalia in inglese. Giravano fra opere d’arte e documenti storici fenomenali, ben collegati fra loro ed integrati in un racconto di cui non potevano capire praticamente nulla. In una città ad alta vocazione turistica non si è pensato a visitatori non italiani.

E’ solo un esempio, è chiaro, e non certo il più eclatante, di come facciamo “a tirar via” già le cose a portata di mano.

Le cause sono tante: non si scelgono le persone giuste, non le si valorizza, nessuno si assume la responsabilità diretta, ogni attività si perde nel fluido vischioso degli interessi personali intrecciati, leciti ed illeciti (anche qui il confine sfuma alla grande).

E’ una lezione che devo imparare in primo luogo per me stesso: mettere più qualità in quello che faccio. La qualità è faticosa e forse non sempre si vede, ma la sua mancanza emerge sempre.

Annunci

One thought on “Un naufragio italiano

Lascia pure un Commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...