L’antichità delle novità informatiche

Il mio primo processore

Il mio primo processore

Tutte le novità hanno degli antenati. E’ una constatazione che non toglie nulla a chi è riuscito a realizzare prodotti di successo che sono diventati di uso comune. Ecco qualche esempio in informatica.

Il tablet così come noi lo conosciamo è “anticipato” in questo documento di quarant’anni fa: agosto 1972. Non è un progetto di dettaglio ma la qualità delle intuizioni ha del visionario, considerato il livello tecnologico dei computer contemporanei. L’obiettivo è un computer per i “bambini di tutte le età”, adatto ad apprendere e ad essere impiegato per le attività quotidiane: un’illuminazione.

L’antenato di Google Street View risale invece al 1981. L’ “esperienza virtuale” si limita ad un prototipo che riproduce un piccolo tratto di strada, per i limiti di capacità di calcolo e memoria dell’epoca, ma le idee di base ci sono tutte!

Blit! Esperimento di interfaccia grafica per computer del 1982. Incredibile, per noi, il “tutorial” per spiegare come si usa il mouse. In effetti era una “periferica” innovativa: mi ricordo che la prima volta che ci misi su la mano non sapevo mouoverlo molto bene.

Altri tentativi di interfaccia grafica vennero fuori. Il primo Apple Macintosh è del 1984 e definì un nuovo standard. Quasi in contemporanea l’Amiga OS1, del 1985, già consentiva multi-tasking e finestre. Forse qualcuno non sa che il sistema operativo è ancora sviluppato ed è possibile comprare computer che lo impiegano (almeno negli USA). Quale sia l’utilizzo, non mi è chiaro

Entrambe le soluzioni tecniche erano più avanzate del Windows 1.0, immesso sul mercato in quello stesso 1985 senza suscitare molto scalpore. La prima versione di successo del sistema operativo Microsoft fu la 3.0, messa in commercio solo nel 1990; in ogni caso si trattava essenzialmente di “front end grafici” per MS-DOS, con cui il sottoscritto e milioni di altri utenti si sono trovati a combattere ancora per anni. Ebbe il vantaggio di essere più economico ed “abbastanza buono” per l’uso quotidiano, per cui venne adottato da molti produttori di personal computer.

Annunci

2 thoughts on “L’antichità delle novità informatiche

Lascia pure un Commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...