Beata sanità

dottore

Mi arrendo. Dopo anni di strenua resistenza getto la spugna e pubblico anch’io una poesia. Il virus poetico colpisce quasi tutti, in Italia, ed a tratti, nel corso della vita, è toccato anche a me. Sempre attacchi bonari, però, di poca durata. Stavolta cedo alla tentazione di non tenerla pietosamente nel cassetto. Eccola qua, con la sua stringente attualità. Anima e coraggio, è breve!

 

Beata sanità

1.

La malattia regge l’economia,

muove il turismo e l’immigrazione,

serve, è utile, è bene che ci sia,

dà benessere a tante persone.

2.

Ha i suoi imprenditori e rivenditori,

le sue quotazioni,

la sua borsa valori,

cessioni ed acquisizioni.

3.

Si smercia a volume ed a peso,

al minuto ed all’ingrosso,

c’è la comune e il guaio grosso,

a breve ed a lungo decorso.

4.

Il virus è moneta, il morbo posti di lavoro,

la malattia remunera gli investitori,

paga a peso d’oro,

la salute, invece, dà pochi denari.

Annunci

4 thoughts on “Beata sanità

  1. Ciao, chi non muore si rivede (io in questo caso :))
    La poesia non è niente male… ma ti devo fare i complimenti per l’idea dei tweet in linguaggio basic! Ora ne penserò qualcuno anche io dalle mie reminescenze con Toshiba msx.

  2. lasciamelo dire…
    la tua vena poetica è di gran lunga superiore a quella di tantissimi poeti dichiarati che ammorbano l’apparato riproduttivo con cervellotiche minchiate

    TADS

Lascia pure un Commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...