Aracn-odi-et-amo

Mostri d’estate

Una volta odiavo i ragni. Mi facevano ribrezzo e, si lo ammetto, anche paura, con tutte quelle zampe attaccate a un corpo tozzo e peloso e quelle file d’occhi che guardano da tutte le parti. Quei movimenti a scatti, l’istinto del cacciatore senza sentimenti e le fauci pronte a mordere. Sono l’immagine perfetta del mostro che t’insegue e t’aggredisce senza pietà.

Odiavo anche le zanzare, che infestano i giorni e soprattutto le notti d’estate. Che non puoi schiacciare come e quando di pare perché rischi di macchiare per sempre le pareti. Che ti vietano il fresco del giardino e di dormire con le finestre aperte.

Poi ho imparato che i ragni mangiano le zanzare e allora ho cambiato atteggiamento verso di loro: adesso gli voglio bene, non li ammazzo più, al massimo li caccio fuori di casa.

Vedete quindi che la cultura è importante: quando ero ignorante odiavo ragni e zanzare, ora che ho studiato odio solo le zanzare!

Annunci

Lascia pure un Commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.