Per il Beauty Contest!

Sempre più in alto!

Ed ora, con un colpo di mano, vogliono strappare a Berlusconi le sue agognate frequenze. Non c’è più misura! Un vero attacco alla libertà di trasmissione di chi già trasmette. Andando avanti così si finirà per tassare anche i ricchi.

Ma quali tecnici! Davvero non ci si può più fidare di nessuno. Bisogna avere il coraggio di alzarsi ed urlare contro queste retrograde assurdità.

Perché si sa, sono i ricchi che reggono l’economia, i beni di lusso che fanno avanzare il Made in Italy. Il denaro evaso dal fisco si reimmette nel flusso dell’economia generando nuovo profitto che non sarà tassato, in un iter circolare per cui la ricchezza torna nelle stesse tasche da cui è uscita, ma incrementata. Questo è il Paese che ci piace, l’Italia che va premiata.

Spargere il denaro tra tanti significa renderlo improduttivo. I pensionati, ad esempio, al più possono comprare cose che gli servono; se gli aumenti le tasse, al massimo tireranno ancora un po’ la cinghia. Ci si è provato, negli anni rampanti, a fargli cambiare idea e renderli funzionali alla crescita finanziaria, ma loro niente, ostinatamente non li vedete mai in un cantiere di yacht o in un concessionario di auto di lusso. Al massimo hanno comprato qualche azione e si sono pure lamentati quanto, com’è naturale, è crollata.

Il necessario non è consumista, è da poveracci. E’ il superfluo che spinge in alto il PIL.

Annunci