Programmare leggeri

provaSpecchio

È tanto che non scrivo di programmazione dei computer.

Da poco ho ripreso a trastullarmi, talvolta, con C++ e Java, tuttavia il tempo è sempre tiranno e, per di più, non riesco a concentrarmi su progetti complessi. Finisco per vagare e, magari, imparare qualcosa. Ultimamente, mi sono innamorato di una soluzione ultraleggera e aperta (nel senso di “open source”) che però consente di fare un sacco di cose. In un’epoca in cui gli ambienti di programmazione, anche quelli open-source, sono dei titanici mastodonti, qualcosa di leggero e “portatile” mi attira, mi sembra razionale e proporzionato a quello che è un semplice hobby. La “suite” che provo a mettere insieme è composta da:

TCC Tiny C Compiler: il più leggero tra i compilatori C completi. Copre tutte le funzionalità standard del linguaggio e anche qualcosa in più, è piccolo, compila a tempo di record e genera eseguibili efficienti (anche se non iper-ottimizzati) e di dimensioni davvero minuscole.

Lua: linguaggio di scripting veloce, semplice ed elegante. Lo trovo ancora più facile e immediato di Python e similmente efficiente.

LÖVE: ambiente grafico 2d che incorpora Lua e dà accesso a audio, mouse, immagini ecc… Nasce per i giochi ma ci si può divertire anche in altre direzioni.

Il tutto composto da codice aperto e aggiornato, che occupa, inclusi accessori non indispensabili, poche decine di Mb e, abbinato al vostro editor di testo preferito (nel mio caso Notepad++) consente di fare, se non tutto, moltissimo. Se volete, buon divertimento!

Annunci